Chiedi alla polvere…

“Forse le cose stanno esattamente così: quelli che vale la pena di amare veramente sono quelli che ti rendono estraneo a te stesso. Quelli che riescono a estirparti dal tuo habitat e dal tuo viaggio, e ti trapiantano in un altro ecosistema, riuscendo a tenerti in vita in quella giungla che non conosci e dove certamente moriresti se non fosse che loro sono lì e ti insegnano i passi i gesti e le parole: e tu, contro ogni previsione, sei in grado di ripeterli”. John Fanteimage – Chiedi alla polvere

Share

1 Comment. Leave new

– Fin da piccoli si vive in un proprio mondo, che rivisto da grandi sembra proprio piccolo, ma che da piccoli era proprio grande. Ma è proprio perché è proprio: il mondo ha uno spazio limitato, nell’atmosfera, per cui avere un proprio mondo ha un significato contenitivo e protettivo. A differenza di essere in/esplorare un universo, che per definizione, ad oggi è in continua espansione e senza limiti potenziali. Esplorare un nuovo mondo è comunque entrare nello spazio contenitivo e protettivo di qualcun altro o qualcos’altro

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *