il dono della terapia

vicinanza“Alcuni hanno paura dell’intimità, perchè credono che ci sia qualcosa di fondamentalmente inaccettabile in loro, qualcosa di ripugnante e imperdonabile. Da questo punto di vista, l’atto di rivelarsi pienamente ad un altro ed essere accettati ugualmente può essere il veicolo più efficace dell’aiuto terapeutico. Altri possono evitare l’intimità in ragione di timori di sfruttamento, colonizzazione ed abbandono; anche per loro un rapporto terapeutico intimo e generoso, che non finisce nella prevista catastrofe, diviene un’esperienza emozionale correttiva”.  Irvin D. Yalom, “il dono della terapia”.

ad un livello procedurale, aggiungerei io, non solo simbolico

Share

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *